Immagine

Relazione fai da te? Ahi, ahi, ahi!

Perché pensiamo di non avere bisogno di prepararci alle relazioni, nonostante tutti i problemi di interazione fra le persone che vediamo intorno a noi e (per chi le ha avute) le nostre passate esperienze di relazione magari concluse dolorosamente?

Perché quando partiamo per questa splendida avventura, quando siamo un po’ più giovani, quando ci relazioniamo per la prima volta con una persona, pensiamo invece di essere assolutamente pronti a ciò?
Nessuna esitazione, sentiamo qualche cosa che si muove dentro di noi e via! Saltiamo dall’aereo sicuri che non ci servirà nessun paracadute, e se mai dovesse servirci sapremo comunque come usarlo …!
Perché anche se veniamo da una famiglia nella quale la relazione fra i nostri genitori era fonte di sofferenza, magari di vero e proprio conflitto, non abbiamo però nessun dubbio su come affrontare noi una relazione?
Io sono arrivato ad una mia personalissima conclusione: “perché all’inizio concepiamo la relazione come la risposta ad un nostro bisogno, ad una nostra domanda … e siccome pensiamo di sapere esattamente cosa vogliamo, cosa desideriamo, cosa ci fa stare bene, crediamo così di poter gestire senza problemi quella che immaginiamo dentro di noi sarà la fonte del nostro appagamento. Pensiamo che se esso verrà meno, basterà pretenderne di più, che se ci sarà qualche cosa che non desideriamo o non ci piace basterà dirlo, che se ci viene richiesto qualcosa che non vogliamo dare basterà rifiutarsi, semplice no? Cosa altro ci serve sapere o imparare? In fondo l’altra persona è qui per noi, per permetterci di vedere soddisfatti i nostri bisogni ed i nostri desideri, no? Una specie di baratto, nel quale io do qualcosa in cambio di qualcos’altro e siccome so esattamente cosa desidero e cosa sono disposto a dare, cosa dovrei considerare in aggiunta a ciò superata la fase del mercanteggiamento e arrivati ad un accordo formale di scambio reciproco che suona pressappoco così: “ allora siamo d’accordo? Da questo momento sei tu e solo tu colui che mi darà ciò che desidero ed io e solo io sarò colei che darà a te ciò che desideri tu…”.

Troppo cinico? Lo ammetto sono stato un po’ provocatorio ma il principe comincia a scolorarsi proprio quando, dopo un po’ …

 

P.S. Se condividi queste osservazioni allora è il caso che anche tu legga: